Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘vita morale’

“La cultura ha il compito di far valere di fronte alla forza le esigenze della vita morale. Contro il politico che obbedisce alla ragion di Stato, l’uomo di cultura è il devoto interprete della coscienza morale. Queste antitesi appaiono continuamente, or l’una or l’altra, nel dissidio tra i diritti della cultura e quelli della politica e colorano in varia misura il dissenso tra intellettuali e politici” (N. Bobbio, 1954).

Per quali ragioni il rapporto tra cultura e politica è conflittuale? Quali situazioni storiche, recenti o remote, consentono di verificare la natura dei rapporti tra cultura e politica?

Le parole di Bobbio e le domande riportate sotto costituivano una delle tracce per la prova di italiano dell’esame di maturità del 1996/1997.  Io ero tra gli studenti che hanno svolto quel tema. Rileggendo la citazione e riflettendo sugli stessi quesiti a distanza di anni, non si può che constatarne ancora l’attualità.

Forse che cultura e politica sono davvero espressioni antitetiche? Oppure il conflitto è determinato da chi le incarna assolutizzando posizioni, punti di non dialogo ed obiettivi differenti? Già nel 1949 il poeta dialettale Giacomo Noventa aveva asserito che cultura e politica si guardano con sospetto in Italia. Ma solamente in Italia? Storia e letteratura hanno sempre raccontato del rapporto tra questi due termini, due filosofie di vita. La cronaca continua a farlo e ci ricorda che questo rapporto conflittuale non è soggetto a delimitazioni geografiche…

(E per chi vuole, spazio a pensieri e riflessioni)

Annunci

Read Full Post »