Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2021

Ci sono storie che confortano così come può fare una tazza di tisana calda in una giornata scossa dal vento. È questa la prima immagine che mi è venuta in mente al termine della lettura del romanzo Un inverno a Vienna di Petra Hartlieb edito da Lindau, ambientato nella capitale austriaca di inizio Novecento. Quando poi ho letto qualche cenno della biografia dell’autrice, ho compreso come il suo stretto rapporto con i libri da appassionata lettrice e libraia abbia potuto contribuire all’atmosfera che abita in particolare in alcune pagine e al carattere di quei personaggi che dichiarano il loro amore per la lettura. L’intreccio è semplice senza molti colpi di scena, ma non banale quanto piuttosto ben ancorato al contesto storico. L’ho letto a gennaio e ogni tanto mi torna in mente, per questo ho deciso di scriverne e il fatto che la vicenda si svolga in inverno come indica il titolo e culmini a Natale non ne fa necessariamente “un libro di stagione”. 

È la storia di una giovane che fugge dalle campagne, dove il padre l’aveva lasciata a lavorare lontano dalla famiglia, per recarsi nella capitale asburgica in cerca di un impiego migliore e soprattutto che non la faccia sentire in pericolo. Il suo pensiero vola spesso all’amata nonna, ai suoi insegnamenti e a un sogno che le ha lasciato in eredità. Finalmente arriva la svolta: viene assunta come bambinaia nella casa dello scrittore e drammaturgo Arthur Schnitzler. Incontra così un mondo nuovo, l’opportunità di mettersi alla prova, la letteratura, persone a cui legarsi per stima e affetto, l’amore. E il centro storico di Vienna è protagonista nella seconda metà della storia: una importante libreria, un mercatino, le strade, i ponti…

Mi sono sentita avvolta dalla scrittura delicata di Petra Hartlieb, immersa in un’ambientazione letterariamente evocativa e in scene di vita domestica scandite da piccole conquiste in cui le relazioni (formali e famigliari) sono in primo piano. Le buone letture trovano un perché sul nostro cammino, ecco quindi che l’aver letto questo romanzo in un periodo tanto complesso come quello che stiamo vivendo ha lasciato una dolce eco.    

Read Full Post »